Categorie
Diritti umani, identità e cittadinanza Inclusione sociale e lotta alle discriminazioni Questioni socio-economiche e migrazioni

LEAVING NO ONE BEHIND Towards Inclusive Citizenship in Arab Countries

PDF) Leaving No One Behind Towards Inclusive Citizenship in Arab Countries Arab  Human Development Report Research Paper

Arab Human Development Report

LEAVING NO ONE BEHIND
Towards Inclusive Citizenship in Arab Countries

Research Paper published for the United Nations Development Programme – Regional Bureau for Arab States

Authors: Adel Abdellatif, Paola Pagliani and Ellen Hsu

Introduction
Costruire società inclusive è stata una sfida nei paesi arabi e le limitazioni all’inclusione sono diventate più acute dal 2011, poiché il rapporto tra i cittadini e lo stato e tra i vari gruppi è peggiorata in alcuni paesi. Nonostante le diverse strutture di governance, tutti i paesi arabi manifestano gravi lacune nelle nozioni moderne di cittadinanza. Il punto di partenza di questo documento è che le linee di frattura dello sviluppo umano della regione araba sono diventate più complesse dal 2011 e si sono approfondite in diversi paesi. Oggi molte persone vivono una vita insicura, più persone vivono sotto pressioni persistenti che impediscono loro di realizzare il proprio potenziale come esseri umani e troppe vite vengono interrotte quando i conflitti armati hanno il loro pesante tributo. Se i conflitti in corso non saranno risolti e le proiezioni demografiche di una più rapida crescita della popolazione nei paesi in crisi saranno realizzate, il 40% delle persone nei paesi arabi vivrà in crisi e conflitto nel 2030, quando gli SDG (Sustainable Development Goals) dovrebbero essere raggiunti. Il raggiungimento degli SDG nei paesi arabi richiede quindi di affrontare i problemi di sviluppo più debilitanti legati alla cittadinanza in una regione in cui le relazioni tra lo stato e la società rimangono profondamente tese e contestate nella fragilità politica, sociale ed economica. Data l’importanza di comprendere e potenzialmente spiegare le manifestazioni di esclusione e disuguaglianza, il legame tra cittadinanza e sviluppo umano deve essere ulteriormente esplorato.

Document: arab-hdr.org/wp-content/uploads/2020/12/UNDP_Citizenship_and_SDGs_report_web.pdf

Source: www.hdr.undp.org/en

Categorie
Europa e Mediterraneo Focus Inclusione sociale e lotta alle discriminazioni Questioni socio-economiche e migrazioni Senza categoria

Thirty years of EU-Mediterranean Policies (1989-2019): an assessment

Autori: Bichara Khader & Haizam Amirah-Fernández


Documento www.realinstitutoelcano.org/wps/wcm/connect/f2a74e40-1be3-483c-a2bd-5ac712c5f657/WP8-2020-Khader-Amirah-Thirty-years-EU-Mediterranean-Policies-1989-2019-an-assessment.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=f2a74e40-1be3-483c-a2bd-5ac712c5f657

Sito:

Real Istituto Elcano www.realinstitutoelcano.org/wps/portal/rielcano_es/!ut/p/a1/04_Sj9CPykssy0xPLMnMz0vMAfGjzOKNQ1zcA73dDQ0MLIOcDRzdLbxDLE0NDcI8TIAKIoEKDHAARwNC-gtyQxUB1ntQFg!!/dl5/d5/L2dBISEvZ0FBIS9nQSEh/

Categorie
Focus Questioni socio-economiche e migrazioni

THE EU’S MIGRATION, ASYLUM AND MOBILITY POLICIES IN THE MEDITERRANEAN

Questo documento programmatico MEDRESET riassume i risultati del WP7 di MEDRESET su migrazione, mobilità e asilo nel Mediterraneo e identifica le implicazioni politiche. La migrazione, l’asilo e la mobilità rappresentano un campo di governance sempre più controverso nelle relazioni euromediterranee.

Nell’area del Mediterraneo, la cooperazione in questo campo politico è stata a lungo caratterizzata da divergenze fondamentali di interessi e approcci, non solo tra la sponda settentrionale e meridionale del Mediterraneo, o tra (prevalentemente) paesi di invio, transito e accoglienza, ma anche tra paesi istituzionali e attori della società civile su entrambe le sponde del Mediterraneo. (…)

Adottando un approccio non eurocentrico e sulla base di un’ampia ricerca empirica, il WP7 ha scoperto che il discorso dell’UE nel campo della politica migratoria è informato da due quadri dominanti – unilateralismo e approccio securitario – che si traducono in politiche largamente eurocentriche, legate a politiche e pratiche di securitizzazione e condizionalità.

Inoltre, il WP7 ha rilevato che, nonostante l’esistenza di questioni specifiche per paese e diversi programmi di politica migratoria nel Maghreb e nel Medio Oriente, le parti interessate del SEM (Sud Est Mediterraneo) nei quattro paesi target (Libano, Marocco, Tunisia e Turchia) condividono una percezione comune della migrazione dell’UE politiche altrettanto restrittive e inefficaci in modo abusivo e inappropriato, elaborate in modo unilaterale e imposte attraverso rapporti di potere squilibrati.

Con un alto livello di consenso tra di loro, raccomandano che l’UE cambi radicalmente il suo approccio alle relazioni euromediterranee e alla governance della migrazione in particolare, al fine di renderlo meno eurocentrico e orientato alla sicurezza, e più inclusivo, equilibrato e reattivo. Questo policy brief descrive, in primo luogo, come le parti interessate percepiscono lo spazio mediterraneo e le pratiche dell’UE in esso e, in secondo luogo, quali politiche alternative raccomandano.

Documento www.iai.it/sites/default/files/medreset_pb_5.pdf

In arabo www.iai.it/sites/default/files/medreset_pb_5_ar.pdf

Cordiscordis.europa.eu/project/id/693055/it

Categorie
Questioni socio-economiche e migrazioni

Comprendere i viaggi migratori dal punto di vista dei migranti

WORLD MIGRATION REPORT 2018: CHAPTER 7

Autori: Marie Mcauliffe, Adrian Kitimbo, Alexandra M Goossens, Akm Ahsan Ullah

Introduzione

Il capitolo discute i viaggi migratori e il modo in cui i migranti considerano la migrazione prima e durante tale viaggio, riconoscendo che esiste una grande diversità di esperienze, ma che tuttavia alcuni aspetti importanti possono essere tratti dalle attuali ricerche e pratiche sulla migrazione.

La sezione successiva fornisce un breve esame dell’autonomia d’azione dei migranti (ovvero capacità di fare e agire in base a decisioni e scelte indipendenti) e il “continuum dell’agire” che spiega le variazioni nella scelta quando si tratta di migrare. La sezione tre discute quindi le questioni chiave ed emergenti nella ricerca sulla migrazione che sono segnalando cambiamenti nel modo in cui la contemplazione della migrazione e i viaggi migratori sono cambiati per i migranti stessi negli ultimi anni: disinformazione; preferenza per i visti; rischio e ricompensa; e pressioni per migrare. Nella sezione seguente, riassumiamo alcuni dei recenti progressi nei metodi di ricerca e nella tecnologia che stanno rendendo la ricerca incentrata sui migranti più fattibile a livello globale. La conclusione quindi discute le implicazioni per la ricerca e le iniziative politiche, comprese quelle relative al patto globale sulla migrazione. Nel complesso, sosteniamo che una migliore comprensione delle scelte dei migranti in materia di migrazione e viaggi migratori è di fondamentale importanza per un processo decisionale più efficace sulla migrazione.

Documento publications.iom.int/system/files/pdf/wmr_2018_en_chapter7.pdf

Sito Web worldmigrationreport.iom.int

Categorie
Focus Questioni socio-economiche e migrazioni

MIGRATION AND MIGRANTS: REGIONAL DIMENSIONS AND DEVELOPMENTS

Chapter 3 MIGRATION AND MIGRANTS: REGIONAL DIMENSIONS AND DEVELOPMENTS (WORLD MIGRATION REPORT 2018

Introduzione

Questo capitolo cerca di supportare i responsabili delle politiche in materia di migrazione, professionisti e ricercatori nel dare un migliore senso alla migrazione internazionale utilizzando una prospettiva geografica per presentare panoramiche sulla migrazione regionale. L’analisi in questo capitolo si concentra su sei regioni del mondo definite dalle Nazioni Unite e utilizzate da UN DESA e da altre organizzazioni: Africa, Asia, Europa, America Latina e Caraibi, America settentrionale, Oceania. Per ciascuna di queste regioni, l’analisi include: (i) una panoramica e una breve discussione delle principali statistiche sulla migrazione sulla base dei dati compilati e riportati da UN DESA e UNHCR; e (ii) descrizioni sintetiche di “caratteristiche chiave e sviluppi ”nella migrazione nella regione, sulla base di un’ampia gamma di dati, informazioni e analisi di organizzazioni internazionali, ricercatori e analisti. Per tenere conto della diversità dei modelli migratori, delle tendenze e dei problemi all’interno di ciascuna delle sei regioni, le narrazioni descrittive di “caratteristiche chiave e sviluppi recenti” sono presentate a livello subregionale. Per l’Africa, ad esempio, questo approccio a cascata consente la presentazione di approfondimenti da dati statistici sull’Africa nel suo insieme, seguiti da informazioni di riepilogo su sottoregioni tra cui Nord Africa, Africa occidentale e centrale e Africa orientale e meridionale. Una ripartizione delle regioni e sottoregioni è fornita nell’appendice A. Queste panoramiche subregionali forniscono informazioni sui modelli di migrazione da, all’interno e verso le sottoregioni. Oltre a questo, è stata prestata attenzione a particolari caratteristiche che esistono in una sottoregione, come la migrazione di manodopera e le rimesse, la migrazione irregolare, il traffico di migranti, lo sfollamento (interno e internazionale) e l’integrazione. Le panoramiche subregionali non intendono essere esaustive, ma sono progettate per illustrare tendenze, modelli e problemi chiave.


Documento

publications.iom.int/system/files/pdf/wmr_2018_en_chapter3.pdf

Report www.iom.int/world-migration-report-2018

Sito Web worldmigrationreport.iom.int

Categorie
Focus Questioni socio-economiche e migrazioni

WORLD MIGRATION REPORT 2018

REPORT OVERVIEW: MAKING SENSE OF MIGRATION
IN AN INCREASINGLY INTERCONNECTED WORLD

Authors: Marie McAuliffe, Head, Migration Research Division, IOM and Martin Ruhs, Associate Professor of Political Economy at the University
of Oxford.

Document publications.iom.int/system/files/pdf/wmr_2018_en_chapter1.pdf

Categorie
Focus Questioni socio-economiche e migrazioni

World Migration Report 2020

Dal 2000, l’OIM (l’Organizzazione mondiale per le migrazioni) produce rapporti sulla migrazione mondiale. Il World Migration Report 2020, il decimo della serie di rapporti sulla migrazione mondiale, è stato prodotto per contribuire a una maggiore comprensione della migrazione in tutto il mondo. Questa nuova edizione presenta dati e informazioni chiave sulla migrazione, nonché capitoli tematici su questioni di grande attualità in materia di migrazione.

Documento https://publications.iom.int/system/files/pdf/wmr_2020.pdf

Sito web https://worldmigrationreport.iom.int/wmr-2020-interactive/

Categorie
Ambiente e cambiamenti climatici Europa e Mediterraneo Focus Giovani e Mediterraneo Questioni socio-economiche e migrazioni Uguaglianza di genere

Young people in the Mediterranean

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image.png

Sito web di un progetto di ricerca sull’argomento con un ampio database statistico

POWER2YOUTH mira a offrire un approccio globale multi-livello, interdisciplinare e sensibile alla questione di genere alla comprensione dei giovani nella regione SEM (Sud e Est Mediterraneo) con un disegno comparativo transnazionale (studi di casi di Marocco, Tunisia, Egitto, Libano, Territori palestinesi occupati e Turchia ). In particolare, ha esplorato le cause profonde dell’esclusione giovanile a tre diversi livelli di analisi (macro, medio e micro), indagando anche il ruolo dell’agenzia giovanile collettiva e individuale nella sfida alle diverse forme di potere.

Sito internet POWER2YOUTH. A Comprehensive Approach to the Understanding of Youth Exclusion and the Prospects for Youth-led Change in the South and East Mediterranean

Categorie
Europa e Mediterraneo Focus Giovani e Mediterraneo Inclusione sociale e lotta alle discriminazioni Questioni socio-economiche e migrazioni

Refugee Movements in the Middle East: Old Crises, New Ideas

Titolo: Refugee Movements in the Middle East: Old Crises, New Ideas

Autore: Shaden Khallaf

Medio Oriente e Nord Africa hanno a che fare da decenni con crisi di ondate di rifugiati. Nella regione si è dovuto far fronte a crisi protratte in aree urbane e ciò ha contribuito all’avvio di una riflessione sulla gestione globale della protezione dei rifugiati. Oggi il Global Compact sui rifugiati definisce i parametri per una maggiore solidarietà e condivisione delle responsabilità, basata su una nuova modalità di procedere che prevede la collaborazione con più attori, soluzioni inclusive e globali e una maggiore enfasi sul sostegno alla comunità ospitante e sul suo coinvolgimento.

Documento: www.iai.it/sites/default/files/menara_wp_29.pdf

Fonte: www.iai.it

Categorie
Ambiente e cambiamenti climatici Focus Questioni socio-economiche e migrazioni

La regione del Medio Oriente e Nord Africa nei mercati energetici globali

Titolo: The MENA Region in the Global Energy Markets

Autore: Emanuela Menichetti Abdelghani El Gharras Barthélémy Duhamel Sohbet Karbuz

Questo studio analizza come le attuali dinamiche del mercato dell’energia influiscono sulle interazioni tra la regione del Medio Oriente e del Nord Africa (Mena) e l’ordine globale, e come queste interazioni influiscono sulle dinamiche di mercato. Si propone, in particolare, di rispondere alla più ampia domanda: “In materia di energia, la regione Mena è periferica rispetto alle dinamiche globali o è integrata in esse?” Per fare ciò, lo studio si basa sul saggio metodologico e concettuale pubblicato dal consorzio MENARA nel novembre 2017 e cerca di rispondere in particolare ai quesiti di ricerca identificati nello studio. Dopo aver presentato una panoramica delle principali tendenze energetiche globali e regionali, lo studio analizza le attuali relazioni politiche, industriali e di mercato tra i principali attori energetici globali e i paesi Mena. Discute il ruolo degli attori che influenzano il panorama energetico Mena e identifica i principali punti critici.

Documento: www.iai.it/sites/default/files/menara_wp_21.pdf

Fonte: www.iai.it